Visioni – avviso

Buonasera Visionari e buon 2018! (anche se ormai siamo quasi a febbraio…)

Con l’arrivo del nuovo anno di solito si inizia a fare una lista di buoni propositi che mano a mano cadranno nel dimenticatoio. Nei miei, tra imparare a cucire e dimagrire almeno altri 10 kg c’è anche curare di più il blog.
… E almeno per adesso vorrei tenere fede a queste tre idee.

Vi faccio dunque una domanda: vi darebbe fastidio se Visioni diventasse un vlog con accenni di blog?
Mi sono resa conto che sono molto più brava a parlare che a scrivere, quindi vorrei sfruttare questo talento: la mia Musa letteraria è piuttosto capricciosa e si oppone ostinatamente a qualsiasi mio tentativo di mettere nero su bianco una recensione/pensiero/futilità.

Ovviamente so che non tutti hanno la possibilità di vedere dei video, quindi pensavo di mettere sotto ognuno di essi un piccolo riassunto – gli accenni di blog di cui parlavo – la cui lunghezza varierà in base a quello di cui parlerò.

Se l’idea vi può piacere lasciatemi un like, o un commento. Se non vi piace ditemi anche perché.

Saluti!

Recensione librosa – “Questo minuscolo, inutile cuore” di Toni Jordan

Buongiorno Visionari!

La recensione del giorno non riguarda un libro letto mesi fa, bensì una novità che è uscita ieri e che consiglio di non farvi scappare! Ho avuto la fortuna di leggerla in anteprima grazie alla Marsilio e non posso fare a meno di consigliarvela: siete pronti ad entrare nel weekend più caotico ed “equivoco”che abbiate mai visto?

29285427
Copertina originale

Titolo: Questo minuscolo, inutile cuore

Autore: Toni Jordan

Editore: Marsilio Editori

Trama: In una villetta alla periferia residenziale di Melbourne, in pieno suburbio, nella quasi-campagna fondata sulla monocultura della famiglia nucleare, Henry e Caroline stanno per lasciarsi. Henry ha intenzione di salire su un aereo per andarsi a godere una breve vacanza al mare insieme a Martha, la nuova, giovanissima compagna, che è poi la maestra elementare della figlia Mercedes. Caroline, dopo essersi sfogata sul guardaroba del marito infedele, parte all’inseguimento di Henry per cercare di riconquistarlo. Intanto, Craig e Lesley – i vicini – sono passati per testimoniare la propria solidarietà alla coppia in crisi. E di lì a poco Craig tornerà a casa di Henry e Caroline da solo, con tutt’altre intenzioni. Mentre gli adulti sono impegnati a fare ordine nella loro vita, sarà zia Janice, la sorella di Caroline, a occuparsi di Mercedes e della piccola Paris, chiusa in un ostinato mutismo. È Janice la persona sensata della famiglia, una microbiologa che ama il suo lavoro e crede con fervore nella bellezza del metodo scientifico e nella capacità della scienza di spiegarle il mondo intero. In fondo, a sentir lei, anche in amore tutto dipende dai batteri. Adorabili, ragionevoli, affidabili. Perché l’amore non ha nulla di razionale, non è una cosa a cui si pensa, in cui si decide di entrare o da cui si decide di uscire. (dal sito dell’editore). Continua a leggere

8 Marzo:”Storie della buonanotte per bambine ribelli”

Mi pare giusto, oggi, rebloggare questo articolo di The Imbranation Girl, dedicato a un libro adatto a tutte le donne!

The Imbranation Girl

Buongiorno cari imbranations, oggi non voglio fare gli auguri alle donne, ma a quelle che presto lo diventeranno, a tutte le bambine ribelli che cambieranno la loro vita e, perché no, anche la storia. E voglio fare questo augurio particolare parlandovi di un libro, uscito la scorsa settimana, in cui sono state raccolte cento vite di donne straordinarie sotto forma di favola, per poter augurare la buonanotte alle nostre figlie, sorelle, nipoti, trasmettendogli la consapevolezza che “si può fare”. Cosa? Ma tutto! E le cento donne di cui si parla nel libro ne sono un esempio lampante: nonostante i limiti imposti loro dalle convenzioni sociali, politiche e a volte anche dal loro stesso corpo, nonostante i no e le porte sbattute in faccia sono riuscite a realizzare i loro sogni, ad affermare le proprie idee, compiendo una rivoluzione, chi personale, chi collettiva.

Titolo: Storie della buonanotte per bambine ribelli

Autore: 

View original post 821 altre parole

Vita vissuta dal basso – Dicembre

Un anno fa nasceva Visioni.
Per chi ancora non c’era, buona lettura!!

visioni dal basso

Dicembre.

Non so voi, ma questo mese non mi fa pensare proprio al Natale – inteso come 25 dicembre. L’associazione di idee è immediata, ma ho sempre creduto che la cosa più bella non siano le cene pantagrueliche coi parenti, le tombolate in cui vincono sempre i più piccoli e i regali spesso non azzeccati… ma l’attesa. L’attesa di quel giorno in cui l’albero sfavillerà più del solito e sarà pieno di doni.

Per quanto mi riguarda tutto inizia la prima domenica di avvento. Non ricordo mai il giorno esatto, così entrare in chiesa e vedere i paramenti viola mi fa mancare un battito, sopraffatta dalla gioia. Non sono cattolica convinta se non sotto Natale, quando ascolto il mio evangelista preferito (Luca) e intanto penso che siamo nel periodo dell’attesa, che i negozi sono aperti tutti i giorni, anche i festivi, e che le vetrine sono decorate da alberi di…

View original post 542 altre parole

Citazione – “Scrivere è un mestiere pericoloso” di Alice Basso

Buonasera Visionari!
Come avrete notato in questi giorni sono completamente assente: Lucca Comics&Games si avvicina e io sono stata assorbita da un vortice fatto di manga, anime, cosplay ed eventi da organizzare – spero mi perdonerete.

Tuttavia l’altro giorno, iniziando “Scrivere è un mestiere pericoloso” di Alice Basso, ho trovato una frase che solamente gli appassionati di lettura possono comprendere… E con chi condividerla se non voi?
Come potrete vedere la mia libreria rispecchia esattamente quella di Vani (la protagonista)… La vostra invece?

Continua a leggere

Tag tag tag tag me! I wanna be tagged! – Liebster Award #005

Buongiorno Visionari.

Come avrete capito dal titolo ho un nuovo Liebster qui – non finisce mai xD

Le regole, che copio direttamente da Solo M. di “Nata a pagina 88” che mi ha taggato (grazie!) sono…

liebster1. Pubblicare il logo del Liebster Award sul proprio blog – ho preso quello che avevo già.
2. Ringraziare il blogger che ti ha nominato e seguirlo.
3. Rispondere alle sue 11 domande.
4. Nominare a tua volta altri 11 blogger con meno di 200 follower.
5. Formulare altre nuove 11 domande per i tuoi blogger nominati.
6. Informare i tuoi blogger della nomination.

Il problema è che io penso ormai di aver nominato tutti quelli che nella mia cerchia fanno questo Liebster e non vorrei tartassarli, quindi, chiunque è liberissimo di prenderlo e rispondere alle domande che cercherò di formulare…

Continua a leggere