On-shop #003 – Acquisti on line

Buonasera Visionari!

La scorsa settimana sono praticamente scomparsa, ma sabato 21 ho una visita medica a Macerata e mi sto sottoponendo ad esami preliminari di ogni tipo. Potete facilmente capire che tra le gocce dell’oculista che ti fanno vedere male per ore e un holter cardiologico con i fili che escono fuori (mi sentivo molto un robot) la velleità di scrivere qualsiasi cosa mi sia passata. Continua a leggere

Fanfiction -Zucchero (Death Note)

(Per capire il perché di una fanfiction, leggete qui)

Buongiorno Visionari!

Oggi vi delizio (?) con una fanfiction ambientata nel mondo di “Death Note”. Si tratta di una drabble (100 parole) che mi è stata ispirata da una bustina di zucchero capitatami tra le mani mentre prendevo il caffè nello stabilimento balneare di mia zia.

L’idea è nata dalla frase di Jean Rostand. Lo sviluppo al bagno del suddetto stabilimento (!) mentre un signore bussava alla porta (!!). La pubblicazione su EFP (sì, un tempo scrivevo lì) è datata 28/08/2008. Ero giovane…

Le bustine di zucchero di canna riportavano, su entrambi i lati, citazioni più o meno famose.
La maggior parte erano stucchevoli frasi d’amore, tuttavia, talvolta, tra di esse appariva qualche fievole verità.
Se uccidi un uomo sei un assassino, se ne uccidi tanti un conquistatore, se li uccidi tutti sei un dio. 
Il ragazzo sorrise leggermente a questa perla di saggezza nascosta tra false verità, ripose la bustina e bevve il suo caffè amaro, godendone il tepore che scendeva lungo il corpo, il volto sereno.
Si accomodò sulla sedia, estraendo un quaderno nero dalla scrivania.
E aprì il Death Note.

Buona giornata!!

Vita vissuta dal basso – Turning Japanese

(il video non è – quasi – nulla di sconcio… Ma vi spiega il titolo ^^)

Buongiorno Visionari…

Oggi devo fare una confessione…

Dovete sapere che quando ho aperto questo blog il mio obiettivo era parlare delle mie passioni.

Nella mia città, infatti, i cultori della carta stampata sono pochi, idem quelli dei grandi film, e ne è prova che le librerie stanno chiudendo  e che abbiamo un solo cinema – multisala, vero, ma pur sempre uno solo.

Continua a leggere