Letture da incubo

Ultimamente, approfittando del cellulare perennemente scarico causa problemi di connessione col jack di qualsiasi caricabatterie, ho riacceso il ToliToni.

In realtà, la sonnolenza post viaggio di una settimana e una leggera febbriciattola mi hanno costretto quattro giorni sul divano, e mi si affaticava salire due rampe di scale fino al davanzale della finestra dove riposa Haruki Murakami in versione cartacea.

Tuttavia dovevo leggere. Non avevo toccato libro – solo fumetti e riviste – per una settimana (a Lucca non si ha tempo) e avevo come un impellente bisogno di tuffarmi nella parola scritta di qualsiasi autore.

È stato questo il mio sbaglio: qualsiasi. Ne ho tanti sul ToliToni e mi sono buttata su chi? Howard Philip LOVECRAFT.

9788854113756Ammetto che quando ho comprato l’opera omnia dell’autore non avevo letto nulla di suo. Sapevo che aveva scritto qualcosa che riguardava Cthulhu – a volte mi spaventa sapere cose di scrittori che non ho mai incrociato – e che era un bravissimo autore horror, genere che mi ha sempre affascinato. Il prezzo dell’ebook aveva fatto il resto, e anche che il cartaceo non esistesse più aveva un suo fascino.
Speravo semplicemente di leggere qualcosa che mi avrebbe fatto venire brividi che sarebbero scomparso dopo qualche minuto: credo in fantasmi, spiriti e alieni, ma le letture e le visioni di storie horror non mi hanno mai dato fastidio.

Da quando lo leggo però ho gli incubi.

Ammetto che sono incubi stupidi (che tra l’altro riguardano sempre gatti assassini/indemoniati), però mi succede solo dopo aver letto qualche sua pagina. E tra l’altro, proprio come se fosse un caso di possessione demoniaca della casa, i gatti erano gli animali preferiti dello scrittore di Providence.

Potrei dire, come Adam Kadmon “Coincidenze? Io non credo”.

Tutto questo per dirvi che sono ancora viva e non ho alcuna intenzione di abbandonare il “Visioni dal Basso”. Solo che sono in una situazione un po’ pesante che forse mi imporrà più assenze di quanto previsto.

E, ovviamente, se non siete persone facilmente suggestionabili, leggete, leggete, leggete Lovecraft!
Merita assolutamente, già solo per essere sopravvissuto a tutto quello che racconta – perché non sono esperienze vere, ma sogni e visioni notturne – e poi perché come si può resistere a un bimbo che già a sei anni si cimentava con la scrittura?

E voi, l’avete mai letto?
O vi ha mai causato incubi uno scrittore o un libro in particolare?

Annunci

2 thoughts on “Letture da incubo

  1. Prenditi tutto il tempo che ti serve, noi lettori di Visioni dal basso siamo sempre qui 🙂
    Lovecraft è nel mio carrello di Libraccio da mesi, in attesa di essere comprato… Solo che non mi decido mai! Di recente ho letto IT di Stephen King e devo dire che ogni tanto qualche incubaccio su cose lette lì mi è capitato ahah
    Ora che anche tu consigli Lovecraft mi sa che mi deciderò a comprare la raccolta delle sue opere, grazie 😀 Alla prossima, in bocca al lupo per tutto!

    Mi piace

    1. Comprale che ne vale assolutamente la pena! (E dopo la parte dedicata all’Incubo, almeno nelle edizioni Newton Compton, c’è quella dedicata al sogno che non fa fare incubi ma fa davvero sognare paesaggi splendidi!!)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...