Recensione librosa – “Tutta la verità su Gloria Ellis” di Martyn Bedford

Buonasera Visionari!

Scusate la mia lunga assenza, ma esco giusto oggi da una FdF (Febbre da Fiera) che mi ha costretto all’inattività per lungo tempo.

Per spiegarvi meglio è come quando dovete programmare una vacanza e ci sono un Prima, un Adesso e un Dopo* – i preparativi, il viaggio e quando si deve tornare alla vita normale – . Non so voi, ma a me succede di essere completamente assorbita da non avere tempo per altro …
Penso anche che ci scriverò un post, ma non è il momento.

Piuttosto è il momento di parlarvi di un libro che ha avuto grande successo tra le mie conoscenze “bloggheristiche”: sto parlando di “Tutta la verità su Gloria Eliis” di Martyn Bedford, per cui ringrazio la De Agostini della copia digitale.

30817571

23384436.jpg

Titolo: Tutta la verità su Gloria Ellis

Autore: Martyn Bedford

Edizioni: De Agostini Young Adult

Nel raffronto tra le copertine vince su tutta la linea quella inglese: forse da un’idea più tetra di quello che è in realtà il libro, ma la cover italiana, con la ragazza che agita la testa e l’uragano in fondo non mi dice nulla.
In comune la frase “di lancio”: “Two went on the run, one came back”, nell’edizione della De Agostini  a ragione resa in prima persona, non avendo neutri di sorta che avrebbero potuto rendere il tutto ancora più misterioso.

La storia è un flashback continuo, visto che inizia da quando Gloria Jade Ellis, scomparsa per due settimane insieme al sedicente compagno di scuola Uman Padeem, viene ritrovata e condotta alla stazione di polizia. Seguiamo dunque l’interrogatorio condotto dall’ispettore Ryan: diciannove domande che scandiscono i ricordi e sono il titolo di ogni capitolo (tranne l’ultimo, il ventesimo: c’è sempre una domanda, ma questa volta non è l’ispettore a porla).
Quella che Gloria tratteggia però, non è solo la fuga, ma anche la sua vita prima di essa: sempre uguale, priva di emozioni, con un rapporto coi genitori pressoché inesistente. Per lei Uman, appena trasferitosi in città e dal comportamento bizzarro, è l’ancora di salvezza a cui appigliarsi: la salverà dalla monotonia, le darà l’affetto che le manca e, soprattutto, la convincerà a dare sfogo alla sua quindicenne anima ribelle.
Fino ad arrivare alla fuga. Che dovrebbe durare due giorni nella mente di Gloria, ma che si protrae per due settimane, durante le quali lei e Padeem si scontreranno con il mondo reale degli adulti

La scrittura di Bedford mi ha incantata. Le sue descrizioni sono fenomenali (forse non tanto adatte quando a parlare è una quindicenne) ma non appesantiscono la narrazione, anzi!

guardavamo le onde color ardesia infrangersi sulla spiaggia una dopo l’altra in una schiuma simile a birra.
[…]
enormi onde si impennavano a qualche centinaio di metri al largo, si gonfiavano e poi si infrangevano in miliardi di pezzi sugli scogli sottostanti, spargendo esplosioni di spruzzi

Inoltre la storia è ben orchestrata, perlomeno io ho continuato a leggere fino alla fine perché non riuscivo davvero a capire come due adolescenti fossero riusciti a nascondersi così a lungo alla polizia.

Appunto, gli adolescenti. I protagonisti.
Davvero, io ci ho provato ad entrare nella testa di due quindicenni, ma il fatto di avere il doppio della loro età non mi ha aiutato.
Passi Uman, che ha un passato difficilissimo e doloroso alle spalle, ma Gloria … Giustificare tutto ciò che fa perché è giovane e ribelle e spirito libero (come dice lei stessa, è stata la madre a descriverla così in passato) mi pare ingiusto nei confronti del suo compagno. Mi pare solo una ragazzina viziata che agisce in base ai suoi capricci.

Se avete una testa meno bacchettona della mia, e avete voglia di leggere uno young adult abbastanza estivo e on-the-road, questo libro fa per voi, altrimenti … Astenetevi, perché vi verrà voglia, come a me, di sbattere le cocce n’sembra (sbattere le teste l’una contro l’altra) ai due protagonisti!

* Prima, Dopo e Adesso sono stati gentilmente forniti da Gloria e Uman che hanno descritto così la loro avventura.

Annunci

5 thoughts on “Recensione librosa – “Tutta la verità su Gloria Ellis” di Martyn Bedford

  1. La trama sembra carina e l’idea delle venti domande mi piace, non fosse che detesto il 99% degli young adult perché i personaggi sono quasi sempre insopportabili… E dalla tua recensione capisco che questo non fa eccezione. Peccato!
    Grazie per questa recensione 🙂

    Mi piace

    1. Idem. Il fatto è che nei libri sembra sempre che per crescere la gente debba compiere esperienze distruttive/da sconsiderati (e poi vengono sempre perdonati… Quanto buonismo).
      Alla fine, se si passa sopra a Gloria, che è quella più irritante, il libro si legge.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...