Tag tag tag tag me! I wanna be tagged! – Liebster Award #003

Buongiorno Visionari!
Oggi torniamo a parlare di Liebster Award (l’ultima parte… Ce l’ho fattaaaa!) perché sono stata taggata da ehipenny (che ringrazio)
Questa volta però il tag è un po’ diverso dal solito… Nessuna domanda, nessuna regola, solo una richiesta.
Scrive:

Se poteste scegliere 11 vostre caratteristiche, 11 aneddoti, 11 ricordi, qualsiasi 11 cose che vi riguardano e che vi raccontano, 11 libri, film… Quali sarebbero queste 11 cose?

Ho dovuto pensarci un po’ perché io stessa, per raccontarmi, non saprei da dove iniziare. Il mio ragionamento è stato ‘Cosa potrei dire dopo “Ciao, sono Claudia e ho 31 anni”’?
Queste sono le prime 11 cose che mi vengono in mente.

liebster

  1. 31 anni li ho compiuti da poco, ma di solito la gente me ne da 23 – certe “botte” di autostima! Cosicché, quando viene fuori la mia vera età, ci sono due possibili reazioni: un silenzio glaciale o un urlo simile a “Coooosa?”. A volte capita anche lo sguardo sconcertato seguito dal “Tu saresti più grande di me?”.
    Devo ammettere che mi fa piacere essere considerata più giovane, sebbene ci siano anche dei contro: ad esempio del sesso opposto attiro, inevitabilmente, gente più piccola, dai 16enni ai 25enni. Una volta un 23enne si è spacciato per uno di 25 anni volendo fare “l’adulto della situazione” … peccato che io ne avessi 28.
  2. Sono soggetta a diversi peccati capitali, prima di tutto accidia e gola. Ma quello che davvero “mi muove” è l’invidia. Sono una persona essenzialmente invidiosa, e sebbene dicano che sia un sentimento distruttivo io non lo percepisco come tale – non ho neppure problemi a confessarlo al diretto interessato …
    Dicono che a volte sia costruttiva, ed è vero.
    Per invidia nei confronti di un mio compagno dell’asilo ho imparato a leggere.
    Per invidia nei confronti della mia migliore amica ho imparato a truccarmi – non sono bravissima come lei ma me la cavo.
    Tuttavia ammetto che a volte invidio cose che non posso avere di altre persone – maggiore libertà, metabolismo accelerato, stile impeccabile. Ma so che anche loro mi invidiano qualcosa – il lavoro, il seno prosperoso, i soldi …
    Perché tutto ciò dovrebbe essere distruttivo?
    (Ho finito il pamphlet. Passiamo alla tre)
  3. Sebbene la gente non ci creda, posseggo un anima da primadonna. Devo essere considerata. Un po’ è anche questo che mi porta a fare cosplay – poi ci sono gli effetti collaterali dovuti al fatto che faccio solo personaggi secondari.
    Mi piace essere al centro dell’attenzione, insomma … Solo che succede quando mi sblocco totalmente, e non è sempre facile. Sto migliorando.
  4. Leggere mi piace tantissimo, è il primo hobby che ho avuto e lo coltivo tuttora.
    Come ho già detto ho imparato per via di un mio compagno dell’asilo che già sapeva farlo: andai da mia zia, insegnante di italiano, e chiesi di imparare. Ricordo ancora i timbri delle lettere e la sua voce che diceva “Con la H la C si comporta in un modo strano …”
    Perché poi ho continuato a leggere? Non lo so. Probabilmente perché era l’unico svago quando mi prendeva la febbre ed ero costretta a letto (da piccola circa una volta ogni due settimane) .
  5. Quando andavo alle elementari adoravo scrivere … di tutto. Temi, incipit di libri mai finiti, storie, canzoni rivisitate. Nell’ufficio di mio padre mi appropriavo sempre di una macchina per scrivere, infilavo un foglio e lo riempivo di caratteri, senza margini, perché lasciare delle parti bianche mi sembrava uno spreco. Mio zio mi chiamava “scrittrice senza margini”.
    Ieri ho rivisto una mia maestra che mi ha chiesto perché non mi sia mai data alla scrittura, visto che ricorda i miei compiti in classe – mi ha confessato che li leggeva insieme alle altre due maestre, perché a loro tre piaceva come scrivevo.
    Le ho detto che la vena si è prosciugata.
    Il che in parte è vero … Ma anche che i vampiri io volevo usarli prima della Meyer, avevo abbandonato l’idea pensando non avrebbero avuto successo.
  6. Il nuoto è lo sport che preferisco in assoluto, ma per un bel po’ di anni l’ho abbandonato per problemi logistici – i miei capelli che si arricciano al minimo contatto con l’acqua diventando mostruosi e l’orario che non coincideva con le mie possibilità.
    Qualche anno fa poi ho scoperto il super allisciante e ultimamente ho trovato un orario decente in una piccola piscina vicino casa. Finisco molto tardi – quasi le 22 -, ma la sensazione liberatoria che provo mentre mi sfogo in acqua non l’ho trovata mai in nessun’altra disciplina, né ballando a zumba né tirando calci a kick-boxing. Vale la pena rimandare la cena di un po’.
  7. Amo la cultura e la pop culture giapponese, ma non capisco perché quando lo dico la gente mi guardi sconvolta. Segue sempre la solita domanda “Guardi ancora i cartoni animati?”.
    Non capisco l’ostracismo in questo senso.
    Se vedo la Disney va bene, un anime no.
    Una maglia con Topolino la posso indossare in ufficio, una della Tokidoki no.
    È normale vestirsi da matti a Carnevale, ma a Lucca Comics no, è da squilibrati.
    I muscoli di Rain vanno bene, i suoi occhi no.
    Poi sono una donna, apriti cielo! I maschi passino, ma le donne devono pensare ad altro! (Sembra che sia opinione diffusa che essere amanti del Giappone annulli qualsiasi altro interesse …).
  8. Ho iniziato a trovarmi bene con le ragazze solo all’università. Fino al liceo (compreso) le ho trovate sempre delle palle estenuanti, capaci solo di parlare di calorie, “Amici” e che guardavano solo film impegnati – ma un po’ di cinema per svagarsi no? Meno male che c’erano alcune amiche che la pensavano come me.
    Molto meglio i maschi.
  9. Noto che tanti dicono di essersi appassionati al fantasy con “Harry Potter” o “Twilight”.
    Per me il fantasy ha un solo nome: “Il Signore degli Anelli”. È il primo fandom a cui mi sono appassionata davvero, e per davvero intendo sul serio. Il primo film lo recuperai in vhs (figurarsi se le mie amiche dalle altre pretese culturali ne accettavano la visione), per gli altri andai al cinema.
    Due volte per film.
    In due giorni diversi.
    Con persone diverse che non potevano venire lo stesso giorno.
    Grazie a “SdA”, come lo chiamo affettuosamente, mi sono appassionata al cinema, e alle riviste di cinema. Quando Sky ha riproposto l’intera trilogia ho pianto di gioia.
  10. Spesso e volentieri entro in fissa con le cose. Ci sono momenti in cui penso a un solo anime/libro/film/serie tv e ne parlo a tutti. Oltre a “SdA” ho avuto il mio periodo “Harry Potter” e “Naruto”, ma anche uno in cui collezionavo tutti gli aforismi di Wilde. Al momento sono in fase “Game of Thrones” e “Regina Rossa” … Il film di quest’ultima deve ancora essere girato che già ho chiesto a una mia amica di accompagnarmi quando uscirà.
    Le fisse terminano solo quando trovo qualcosa di più allettante a cui appassionarmi.
  11. Sono drogata di riviste. Sembra una stupidaggine, ma adoro le copertine e fosse per me svaligerei il giornalaio. Adoro specialmente le riviste mensili – cinema, viaggi, unica femminile: Cosmopolitan – e non mi limito a quelle italiane.
    Il Web in questi casi aiuta a non cedere e a sfogliarle prima di fiondarsi a comprarle, ma scoprire che un nuovo numero è uscito, a volte, mi rende il giorno più luminoso. So che è da malata ma non posso farne a meno.
    (Giusto adesso sto vedendo le copertine giapponesi).

Wao, ce l’ho fatta! È stato difficilissimo!!
Ora sapete tutto di me e potete ricattarmi ^_^

Au revoir, al prossimo post!

 

Annunci

10 thoughts on “Tag tag tag tag me! I wanna be tagged! – Liebster Award #003

  1. Scrivere mi piace tutt’ora, e scrivo di tutto, è per questo che ho aperto un blog, per raccogliere tutti i miei scritti… anch’io nuotavo, l’ho fatto per anni poi ha vinto la pigrizia, specialmente per l’acqua gelida d’inverno… la 8 la penso esattamente come te, sono poche le persone con cui si possono fare discorsi interessanti… Mi piacciono molto le cose che hai raccontato di te, grazie di aver partecipato! :))

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...