RecePills #001

Buonasera Visionari!

Quest’oggi vi presento una nuova rubrica che avevo intenzione di inserire da tempo: RecePills! Come avrete capito, visto che nei titoli non sono granché, si tratta di recensioni in pillole, che tratteranno solo i libri di maggior successo delle stagioni passate.

Difatti, da brava procrastinatrice, leggo questi titoli in enorme ritardo, e quando arrivo con la mia recensione mi pare inutile ricominciare con raffronto di copertine, trama, estratto etc. I lettori ormai li conosceranno a memoria. Meglio quindi esprimere brevemente e concisamente quello che penso, no?

Come avrete capito anche da questa premessa, RecePills uscirà anche in base ai libri che leggerò… Quindi non avrà cadenza settimanale/mensile o chissa ché. Dipende da cosa mi capiterà sottomano!

I titoli che prendiamo in esame oggi sono…

  • La custode del miele e delle api di Cristina Caboni;
  • La gemella silenziosa di S. K. Tremayne;
  • Deathdate di Lance Rubin;
  • La ragazza del treno di Paula Hawkins.

Let’s go!

La custode del miele e delle api

La-custode-del-miele-e-delle-api-le-tazzine-di-yoko

Sufficienza stiracchiatissima per questo libro, che presenta una storia e dei personaggi prevedibili, senza colpi di scena o colpi di testa. Non mi saprò immedesimare troppo, ma davvero non sono riuscita a trovare nulla che mi coinvolgesse.

Tuttavia, nei libri non è mai tutto nero. Quindi complimenti alla Caboni per averci fatto scoprire una Sardegna “intima”, diversa da quella che ci viene proposta dai media, tutta Costa Smeralda e Billionaire, tramite la creazione di un villaggio, Abbadulche. Ci sono rimasta davvero male quando ho saputo che non esisteva sul serio! Le sue descrizioni hanno il potere di trascinare nei posti che tratteggia con la penna.

Ho apprezzato anche il Quaderno del Miele. Per me, fan del salato, decidere di fare scorta al reparto del Conad dedicato all’alimento è stata una dura sconfitta.

La gemella silenziosa

41Zwf0GScnL._SX324_BO1,204,203,200_

Iniziate a mettere in dubbio qualsiasi cosa pensiate. Non avrete scampo con questo libro, che vi farà rivedere ogni volta la vostra posizione riguardo ai personaggi… e alla gemella rimasta in vita.

Io non sono riuscita a resistere, e passavo circa a un quarto della lettura quando ho deciso di spoilerarmi tutto. Non reggo bene la tensione. Il finale aperto lascia molto spazio all’immaginazione del lettore. Mi sono confrontata con una mia amica e abbiamo dato due opinioni contrastanti, quindi immagino che tutto dipenda dalla vostra inclinazione (se siete più “horror inside” o più realisti).

Un 8 se lo merita tutto! (Chissà, magari, se avessi resistito alla tentazione, gli avrei dato anche di più…)

Deathdate

51Nq-yPAFPL._SX325_BO1,204,203,200_

Deathdate è stato l’acquisto improvviso di Santa Lucia (trovate il post qui). Visto quanto ho penato per averlo in mano pensavo a qualcosa di eccezionale, invece…

Non dico che non mi sia piaciuto, ma mi ha lasciato un po’ spiazzata, forse perché è davvero uno young adult, e sebbene io continui a leggerli, questo era davvero un bel po’ young. Non sono riuscita a ritrovarmi in nessuno dei personaggi e il finale mi è sembrato un po’ frettoloso – sebbene sia solo quello del primo volume. Non smanio per il secondo.

Tuttavia, l’idea di fondo, questo mondo distopico in cui ognuno sa la data della propria morte, è davvero carina – e un bel po’ paurosa!!

6/7. Si poteva comunque fare di meglio.

La ragazza del treno

41HTvcV44lL._SX324_BO1204203200_

Sono partita con emozioni contrastanti riguardo questo libro. Ne avevo letto di tutto, e non l’avrei mai preso in considerazione se non avesse sollevato un tale polverone mediatico. La storia mi sembrava scialba.

Beh, mi sono ricreduta. Adesso ho capito perche Goodreads lo considera la migliore lettura del 2015, e non vedo l’ora di vedere il film (mi pare sia previsto per settembre)!

Fino alla fine sono stata dubbiosa riguardo i fatti raccontati, cercando di trovare il bandolo della matassa. C’è chi dice che già a metà storia si capiva tutto. Io ho seguito l’evolversi della situazione con la protagonista, Rachel, che sotto certo aspetti mi assomiglia pure (ma penso di essere un po’ meglio xD)

10, e per darlo io mi è piaciuto davvero!!

Voi avete letto qualcuno dei titoli? Avete qualcosa da suggerirmi? Ditemi se l’idea delle RecePills vi piace!

Al prossimo post…

 

 

Annunci

One thought on “RecePills #001

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...